Pagina 2 di 5

MessaggioInviato: lun ott 13, 2008 23:22
da cosmoj9
Sarà, ma a me la Yamato piace.

Non sarà perfetta, ma se c'è qualcuno che inserisce le videosigle storiche, quella è la yamato, se c'è qualcuno che ripesca le serie storiche che tirano meno, quella è la yamato, se c'è qualcuno che ogni tanto pubblica un master tv, quella è la yamato.

Dynit, shin vision, granata, dvisual e compagnia bella non l'hanno mai fatto.

Per quanto mi riguarda, la Yamato è quella che più si avvicina ai miei gusti...ed io pubblicherei solo i master italiani, pensate un po'

I prezzi? Sono alti, esattamente come quelli della concorrenza, ma con Yamato spesso e volentieri basta saper aspettare, e la serie a prezzo decente la prendi.

Sapendo che la perfezione non è di questa terra, direi che se c'è qualcuno da boicottare, la yamato non deve essere esattamente la prima ;)

MessaggioInviato: lun ott 13, 2008 23:38
da tyuan
No dai, dynit ha sempre preservato la sigla italiana e il doppiaggio storico!!
Daitarn, Bem, Gundam: perfetti dal punto di vista dei contenuti.
Un pò meno come ingombro (cofanetit salvaspazio, questi sconosciuti), ma piuttsato che yamato scelgo dynit !!

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 0:19
da siglomane
cosmoj9 ha scritto:Sarà, ma a me la Yamato piace.

Non sarà perfetta, ma se c'è qualcuno che inserisce le videosigle storiche, quella è la yamato, se c'è qualcuno che ripesca le serie storiche che tirano meno, quella è la yamato, se c'è qualcuno che ogni tanto pubblica un master tv, quella è la yamato.

Dynit, shin vision, granata, dvisual e compagnia bella non l'hanno mai fatto.

Per quanto mi riguarda, la Yamato è quella che più si avvicina ai miei gusti...ed io pubblicherei solo i master italiani, pensate un po'

I prezzi? Sono alti, esattamente come quelli della concorrenza, ma con Yamato spesso e volentieri basta saper aspettare, e la serie a prezzo decente la prendi.

Sapendo che la perfezione non è di questa terra, direi che se c'è qualcuno da boicottare, la yamato non deve essere esattamente la prima ;)


Scusa, ma da tutto questo discorso sembra che tu non conosca la Mondo TV o la Dolmen... :wink:

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 8:35
da boffoviridis
*ONGAKU* ha scritto:Ma Oscar tira sempre! Sono uscite tante edizioni fra VHS e DVD!


Il problema è proprio questo: tira sempre, cioè c'è sempre gente disposta a comprare DVD e VHS di Oscar a qualsiasi prezzo, e quindi il prezzo non cala mai.
So benissimo, inoltre, che ci sono edizioni di Oscar che costano 10€ a DVD. Purtroppo la qualità di queste edizioni è scarsa e ogni DVD contiene pochissimi episodi: alla fine, anche acquistando i cosiddetti DVD economici, si arriva a spendere cifre enormi.
L'unica edizione che può essere considerata sufficiente continua a costare uno sproposito.

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 11:52
da cosmoj9
tyuan ha scritto:No dai, dynit ha sempre preservato la sigla italiana e il doppiaggio storico!!
Daitarn, Bem, Gundam: perfetti dal punto di vista dei contenuti.
Un pò meno come ingombro (cofanetit salvaspazio, questi sconosciuti), ma piuttsato che yamato scelgo dynit !!


Il cofanetto di Daitarn non l'ho visto, quindi non dirti cosa ci sia e cosa no. In Bem la videosigla è un master di quelli che giravano fra i collezionisti, quindi di qualità non eccelsa.

In Gundam, nel primo cofanetto, la vecchia videosigla non c'era...il secondo ancora non l'ho preso, quindi non parlo.

La Mondo, ahimè mi tocca parlarne male, ha l'archivio dei miei sogni, ma pubblica dvd di qualità infima, e non perchè utilizzi i master italiani (anzi!), ma perchè non li sanno digitalizzare...

La Dolmen agisce in cooperazione con Yamato, quindi le lodi date alla Dolmen sono automaticamente lodi date alla Yamato.

La Yamato in sè, negli anni, ha pubblicato i master tv di Kyashan, Babil Jr, una parte di Lamù, Spank, Tulipano Nero, Daitarn, Occhi di gatto, Nanà, Uccellino azzurro, Peline e forse qualche altra.

Nella quasi totalità di serie classiche, la Yamato ha inserito, almeno negli extra, le vecchie videosigle (al volo mi vengono in mente Georgie, Kamui, Isola del tesoro, Sam, Mezil, Conan).

E ovviamente nulla di questo è stato ridoppiato (se non due epsi di Lamù ai tempi delle vhs, ripristinati nei dvd)

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 12:14
da boffoviridis
I miei (parlo ovviamente a nome esclusivamente mio) non sono attacchi alla Yamato. Il fatto che la Yamato abbia fatto uscire serie classiche è di per sè lodevole. Purtroppo il prodotto è confezionato e curato spesse volte non con la dovuta attenzione.
Non so perchè, ma quando vedo un prodotto della Yamato "sento" come se fosse incompleto, come se si fossero fermati appena prima di realizzare un DVD degno di questo nome. E mi dispiace che questo succeda!
Mi arrabbio perchè so che la Yamato, se lo volesse, potrebbe migliorarsi molto, ma ciò non succede. Ad esempio, ho comprato la serie "Il conte di Montecristo" e l'edizione Yamato è un piccolo capolavoro: doppiaggi ben fatti, menù spettacolari, confezione fantastica. Il prezzo intorno ai classici 20-25 euro, ma giustificato vista la qualità complessiva. Un vero prodotto d'élite. Perchè non usare la stessa cura anche per i cartoni vecchi?
Dynit e Exa-Shinvision credo facciano un lavoro migliore e più curato, anche se non esente da critiche. Inoltre, la Dynit per molte serie, spesso quelle più gettonate, fa uscire la collector edition ben curata e a prezzi più che ragionevoli.

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 13:43
da cosmoj9
boffoviridis ha scritto:I miei (parlo ovviamente a nome esclusivamente mio) non sono attacchi alla Yamato. Il fatto che la Yamato abbia fatto uscire serie classiche è di per sè lodevole. Purtroppo il prodotto è confezionato e curato spesse volte non con la dovuta attenzione.
Non so perchè, ma quando vedo un prodotto della Yamato "sento" come se fosse incompleto, come se si fossero fermati appena prima di realizzare un DVD degno di questo nome. E mi dispiace che questo succeda!
Mi arrabbio perchè so che la Yamato, se lo volesse, potrebbe migliorarsi molto, ma ciò non succede. Ad esempio, ho comprato la serie "Il conte di Montecristo" e l'edizione Yamato è un piccolo capolavoro: doppiaggi ben fatti, menù spettacolari, confezione fantastica. Il prezzo intorno ai classici 20-25 euro, ma giustificato vista la qualità complessiva. Un vero prodotto d'élite. Perchè non usare la stessa cura anche per i cartoni vecchi?
Dynit e Exa-Shinvision credo facciano un lavoro migliore e più curato, anche se non esente da critiche. Inoltre, la Dynit per molte serie, spesso quelle più gettonate, fa uscire la collector edition ben curata e a prezzi più che ragionevoli.


Tutto quello che vuoi, ma dal titolo del topic sembra che la Yamato ridoppi tutto e non inserisca mai le videosigle dei master italiani, mentre la realtà è ben diversa.

Tu mi parli di Dynit e Exa...io non conosco nel dettaglio i loro prodotti..ma mi pare che qui l'attenzione sia su doppiaggi e inserimento di videosigle prese dai master italiani.

Beh, come stanno messe? Conan, dentro che c'ha? Daitarn? Astrorobot (se è uscito)? Ginguiser (idem)? Gundam? Che altro hanno pubblicato?

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 14:15
da siglomane
Il punto è che, per un motivo o per l'altro, TUTTE le case italiane Home Video hanno difetti che si trascinano da tempo.
L'unica finora perfetta è stata la Elleu Multimedia, che pubblica gli sceneggiati Rai così come li abbiamo visti in tv.
Mettiamola così: se volessi acquistare il cofanetto di "Sandokan" o de "L'amaro caso della baronessa di Carini" potrei star certo di assistere esattamente agli sceneggiati dei miei ricordi; invece se volessi comprare un dvd di anime o di telefilm, dovrei farmi il "segno della croce" e "rischiare", perché nel 90% dei casi la sigla e/o la videosigla e/o i crediti e/o il doppiaggio NON saranno quelli dei miei ricordi.
E' da questa assurdità che nasce la questione...

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 14:19
da boffoviridis
cosmoj9 ha scritto:
Tutto quello che vuoi, ma dal titolo del topic sembra che la Yamato ridoppi tutto e non inserisca mai le videosigle dei master italiani, mentre la realtà è ben diversa.

Tu mi parli di Dynit e Exa...io non conosco nel dettaglio i loro prodotti..ma mi pare che qui l'attenzione sia su doppiaggi e inserimento di videosigle prese dai master italiani.

Beh, come stanno messe? Conan, dentro che c'ha? Daitarn? Astrorobot (se è uscito)? Ginguiser (idem)? Gundam? Che altro hanno pubblicato?


Il topic è partito perchè un rappresentante della Yamato stessa ha praticamente definito i doppiaggi e le video sigle orrendi. Il punto è che, i vecchi dialoghi possono essere anche in parte inventati, non rispettare il labiale (Heidi ne è un classico esempio), ma fanno parte del ricordo degli appassionati. La Yamato non ridoppia tutto, ma quando l'ha fatto, avrebbe fatto meglio a inserire il vecchio doppiaggio, come ha fatto la Dynit per Conan, la cui edizione è un capolavoro e un esempio di come si dovrebbe fare il lavoro. Gundam ha sia il nuovo doppiaggio sia il doppiaggio storico. Le uniche pecche sono per le videosigle italiane, contenute comunque come bonus.
Exa l'ho presa come esempio perchè la prima serie di HXH è ora disponibile in collection edition a prezzi bassi, cosa che la Yamato difficilmente fa, almeno sui titoli di punta.

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 15:47
da coccy1961
Lo stesso vale per i vecchi film es. Gilda col doppiaggio RAI usato per tutti i passaggi dal 1972 in poi compresi VHS e DVD fa schifo.. e cosi come tanti altri film ridoppiati dal 1972 in poi Gilda in italia aveva una voce affascinante era quella di Tina Lattanzi e poi quando sono stati ridoppiati i vecchi film nel 1972 i doppiatori l'hanno fatti in serie e le voci erano fredde senz'anima chi doppiava il fim leggeva e basta senza interpretare che schifo!!! Vedi anche l'edizione ridoppiata in dvd di C'era una volta in America bleaaaaaaaah

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 15:58
da boffoviridis
Scusa Coccy1961, ma non ho capito molto bene il tuo pensiero nell'ultimo post. Senza punteggiatura non riesco a mettere bene insieme le frasi. Potresti rispiegarti un po' meglio? Così evito di fraintenderti.

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 16:52
da Yusaku
cosmoj9 ha scritto:ed io pubblicherei solo i master italiani, pensate un po'

Ed è quello che farei anche io.
Ciononostante tutto ciò che ha fatto ultimamente Yamato è solo merito di Dolmen.

Resta il fatto che un rappresentate di questo editore, quale è Silvia Rebez, non può girarsi in questo modo con gli acquirenti che richiedono una sigla storica o un doppiaggio storico.
Se queste cose la fanno cagare, che se lo tenesse per lei o cambiasse lavoro.

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 17:43
da siglomane
boffoviridis ha scritto:Scusa Coccy1961, ma non ho capito molto bene il tuo pensiero nell'ultimo post. Senza punteggiatura non riesco a mettere bene insieme le frasi. Potresti rispiegarti un po' meglio? Così evito di fraintenderti.


Coccy sta dicendo che anche moltissimi film storici hanno subito l'atroce sorte di veder cambiato il doppiaggio. Tra gli anni '30 e '60 abbiamo avuto doppiaggi eccezionali, spesso sostituiti da nuovi doppiaggi (già negli anni '70) decisamente inferiori o addirittura perduti per sempre.
Anche qui, grazie al lavoro certosino di pochi appassionati, si sta cercando di salvare l'audio originale del maggior numero possibile di pellicole.
Il doppiaggio di "Biancaneve" del 1938, per esempio, supervisionato personalmente da Walt Disney, è qualcosa di inarrivabile...

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 19:33
da tyuan
Silvia non ha mai amato l'adattamento italiano storico dei cartoni.
Purtroppo, anche se è italiana, la sua mente è altrove (precisamente in Giappone).

Tutto ciò che non è fedele al 100% all'originale giapponese (sigle incluse), è per lei disgustoso.

Solo chi, come noi, ha vissuto in modo "sereno" l'invasione giapponese dei cartoni, può capire quanto fossero buoni e genuini i doppiaggi e le sigle di una volta. Chi ha qualche anno di troppo, o è troppo giovane, non può capire ciò che non ha vissuto.

Ai tempi dell'uscita del cofanetto dvd di Kamui, durante una Fumettopoli, io gli feci i complimenti per il prezzo ridotto rispetto al solito, e per aver mantenuto la sigla dei Balestra. Lei mi rispose che PURTROPPO non c'era il budget per eseguire un ridoppiaggio, e AHIME' la sigla PATETICA dei Balestra ha dovuto lasciarla contro il suo volere, ma per fortuna c'era anche la versione giapponese.

Da quella risposta ho capito che tra uno come me e una come lei non ci può essere dialogo....

MessaggioInviato: mar ott 14, 2008 19:40
da Yusaku
tyuan ha scritto:Tutto ciò che non è fedele al 100% all'originale giapponese (sigle incluse), è per lei disgustoso.

Purtroppo, dal comportamento di Yamato, questo è palese.
E, dopo aver letto le tue parole, sono ancora più convinto del fatto che gente come Silvia Rebez non deve lavorare per una casa editrice italiana, perché le esigenze del pubblico italiano sono a volte opposte di quelle di gente come lei.

In che mani siamo...