Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 31 anni

Per discutere di programmi e serie tv

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda damerino » gio ago 20, 2009 11:39

Che bello questo video!Adoravo la Magnaghi,la quale poi sostituì anche Paola Tovaglia a "Ciao Ciao Mattina"....Qui era proprio giovanissima,avrà avuto 18 o 19 anni.Tra l'altro in sottofondo c'è la versione strumentale di "D'Artagnan e i moschettieri del re"!Ho trovato anche questo video,la rubrica Io e la Tv all'interno di Bim Bum Bam edizione '93
damerino
 
Messaggi: 45
Iscritto il: gio mar 12, 2009 18:37

Messaggioda Milko Canale 5 » gio ago 20, 2009 18:16

Tratto da "Bim Bum Bam speciale mondiale" (edizione speciale di "Bim Bum Bam") andata in onda il sabato alle 20.30 su Italia 1, più precisamente da sabato 8 giugno a sabato 7 luglio 1990.
Milko Canale 5
 
Messaggi: 1629
Iscritto il: dom lug 29, 2007 20:26

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda Yusaku » gio ago 20, 2009 22:35

Bellissimo il video, grazie Matteo! :D
Avatar utente
Yusaku
Site Admin
 
Messaggi: 564
Iscritto il: mer ago 29, 2007 1:37
Località: Roma

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda Milko Canale 5 » gio feb 25, 2010 18:58

Ma vi ricordate i giochi giganti di "Bim Bum Bam" proposti dall'edizione 1990/91 fino al 1994?

Ve ne riporto alcuni:
IL SAPIENTONE (tratto dai vari Sapientino) Due giocatori competono nell'inserire uno spinotto gigante nel foro giusto dell'altrettanto gigante tabellone piazzato sul pavimento. Le scuole coinvolte giocavano per un'intera settimana ed ogni giorno era caratterizzato da un punteggio diverso per ogni domanda azzeccata.
Talvolta un giocatore dimenticava lo spinotto sul tabellone e il regista lo faceva notare con molto poco tatto.

SAPIENTINI SAPIENTINI (La penna parlante di Sapientino e Sapientino) Uguale a "Il Sapientone" ma con la penna parlante al posto dello spinotto.

NIENTE PANICO (No panic) I concorrenti dovevano elencare un numero X di elementi appartenenti ad una certa categoria in pochi secondi.
Come nel vero gioco, gli argomenti venivano estratti da un mazzo di carte, solo che Bellavia doveva destreggiarsi con carte della dimensione di un vassoio da fast food.

MEGA HOTEL (Hotel) Il gioco in sè aveva poco da dire: era una specie di Monopoli per bambini delle elementari, ma la parte succosa era il finale: le due squadre si sfidavano ad un gioco MB e il vincitore di una partita aumentava il punteggio della propria squadra, spesso in modo determinante.
Le squadre restavano in gioco per l'intera settimana per cui dopo i due minuti di gioco, la partita rimaneva "congelata" per riprendere il giorno dopo. Il gioco cambiava ogni settimana.

SUPER FORZA 4 (Forza 4) Beh, è il caro vecchio Forza 4 giocato con una griglia alta parecchi metri.

TWISTER ECCEZIONALE (Twister) Arduo da descrivere a chi non ha mai assistito a questo gioco.
Basti sapere che i giocatori devono essere lesti nel poggiare una mano o magari un piede specifico sul bollo sul pavimento del colore determinato da un giro di ruota.
I bolli sono messi in modo che dopo alcune mosse i giocatori si trovano in posizioni alquanto precarie e chi cade torna alla partenza. Spesso i concorrenti mischiavano il piede destro col sinistro nonostante fosse scritte delle apposite S e D su ciascuna scarpa.

INDOVINATE CHI E'? (Indovina chi?) Gioco praticamente identico all'originale, ma con dimensioni moltiplicate di molte volte.
Per ciascuna delle due squadre il Bellavia estraeva un personaggio a caso, e rispondeva alle domande volte ad eliminare i personaggi superflui dagli indiziati ("ha il cappello?" "Ha i baffi?").
Il ragazzino incaricato di buttare giù le tessere dei personaggi "scartati" non poteva vedere i personaggi (le doveva spingere da dietro) e si faceva aiutare dal pubblico. In questo gioco Bellavia era molto severo e assegnava penalità a raffica.

LA SPAGHETTATA (Spago Spaghetti) Forse il più bello di tutti. A questo gioco concorrono ben 4 squadre.
Al centro dello studio è riprodotto un "piatto" con un intrico pazzesco di "spaghetti" bloccato in alcuni punti da dei chiodini rappresentanti gli "ingredienti".
Ogni squadra aveva un forchettone nel proprio angolo, e attaccato al forchettone c'era un capo dello spaghetto del proprio colore.
Il gioco consisteva nel girare una ruota, togliere un ingrediente del tipo uscito (fungo, polpetta, peperone ecc) e poi avvolgere quanto più spaghetto possibile attorno al proprio forchettone.
Bisognava stare attenti anche a non sbloccare troppo anche gli spaghetti degli avversari per non darsi la zappa sui piedi. Se due squadre avevano avvolto l'intero spaghetto nello stesso turno di gioco, vinceva chi aveva materialmente finito per primo.
In questo caso si andava a guardare il replay al rallentatore, manco fosse il fotofinish di un ippodromo.

OCCHIO ALLA STREGA (Frega la strega) Maestosa sigla con Bellavia che si atteggia a grande stregone.
Poi il resto è a metà tra una festa di Halloween e una puntata del Muppet Show.
Tre giocatori in questa serie. A turno i giocatori si muovono di un tot di caselle su un sentiero obbligato. Il numero di caselle è deciso dall'estrazione di una carta dal mazzo da parte di Bellavia.
Se il concorrente capita su una casella "pentolone" allora può andare a pescare un "ingrediente" da un pentolone pieno di oggetti di gomma tipo topi, pipistrelli eccetera.
Il gioco consisteva nel raccogliere una serie di ingredienti.
Alcuni tentativi di estrarre qualcosa dal pentolone andavano a male perchè esso si "richiudeva" ed il concorrente veniva trasformato in un rospo e messo in un pozzo (in temini di gioco restava fermo per un tot di turni).
Quando mancava poco tempo alla fine della puntata, per velocizzare le cose, Bellavia estraeva dal mazzo delle carte "Pentolone" che faceva andare il giocatore direttamente a tentare la sorte. In verità nutrivo forti dubbi sulla casualità delle carte, dato che non le vedevo mai mescolare.

SUPER SPLAT! (Splat!) Gioco molto base, con quattro squadre in gara, composte da un capitano (che non fa altro che tirare il dado) e una "pulce" (che fa da pedina e basta).
A turno i capitani tirano un dado e la propria pulce si muove di quel numero di caselle, senza contare le caselle occupate da altri giocatori. Alcune erano caselle "SPLAT" che fa restare fermo un turno una pulce a random.
Vince chi arriva alla fine. Molto simile a Occhio alla Strega ma senza il mazzo dei "tarocchi".

BALLA, TAPPA E VINCI (vari giochi) Serie curiosa perchè non riproduce un gioco, ma ben tre. Non ricordo molto, ma c'era un gioco di bluff e riflessi chiamato "Stoppa il topo" (Tappa il topo) e un gioco finale non molto brillante, "Tris" (Turbotris), in pratica un tris dove si poteva "sovrascrivere" un segno dell'avversario.
Qualche volta un concorrente sbagliava a fermare il cursore sulla casella voluta, regalando vittorie inaspettate all'avversario.

ACCHIAPPA IL TESORO (Gli acchiappatesori) Di questo gioco son state prodotte ben due edizioni, con scenografia molto diversa e regole identiche o quasi.
Quattro giocatori spingono una nave della dimensone di un carrello di supermercato di un numero di caselle deciso da un giro di ruota (a forma di timone).
In giro per il tabellone sono disseminati dei piccoli forzieri metallici che vanno raccolti al passaggio della nave con una calamita.
In alcune condizioni la ruota degli "eventi casuali" viene fatta girare con conseguenze nefaste per gli avversari.
Una "piovra" fa fermare per un turno un avversario, la "tempesta" fa tornare al porto di partenza una nave e il temuto "pirata" rubacchia un tesoro da un avversario per aggiungerlo ai propri.
La seconda edizione è più povera come scenografia ma più fedele al gioco in scatola. Nella seconda edizione il pirata era interpretato da un attore che si intratteneva spesso con Bellavia in esilaranti siparietti.

DOMANDONE (Quizzettone) Ispirato al gioco medesimo della Giochi Preziosi.

LA BATTAGLIA DEI CODICI (Barcode battler) Ispirato al gioco medesimo della Giochi Preziosi.

Di questi giochi in scatola ricevuti ai compleanni, natali, befane e pasque varie, ho ancora: "Spago Spaghetti", "Forza 4" (però in versione travel), "No panic" (prima versione, e seconda versione quando lo riproposero nell'autunno del 1996 all'interno di "Ciao Ciao"), e "Indovina chi?", "Turbotris" e "Quizzettone".
Avevo anche "Splat!" purtroppo ho perso tutti i pezzi.

Poi c'erano anche i giochi a squadre promossi dagli sponsor: "Il giocaJoy" quello delle caramelle Fruit Joy della Nestlé, ricordete la sigla che aveva la versione strumentale del jingle dello spot: "Alle morbide Fruit Joy...", e poi pochissimi se lo ricorderanno, andò in onda solo nella primavera del 1993 "Mega Parties" che sponsorizzato dai famosissimi bottoncini Smarties (sempre della Nestlé) era un gioco in cui facevano dei giochi tipici da festa tipo il gioco delle sedie e quant'altro.
Ultima modifica di Milko Canale 5 il dom dic 04, 2011 18:28, modificato 12 volte in totale.
Milko Canale 5
 
Messaggi: 1629
Iscritto il: dom lug 29, 2007 20:26

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » gio feb 25, 2010 19:21

Sì Milko ricordo bene, ti ringrazio per aver introdotto l'argomento come mai avrei saputo fare :-thmbsp) e ho promesso da circa un anno a un gruppo di ventenni di postare i video di alcuni gioconi da te nominati e prima o poi lo farò :wink:

Aggiungo solo che molti gioconi erano ispirati a veri giochi da tavolo, specie della MB (ma anche Parker, Clementoni e altre marche), modificando leggermente i titoli degli stessi :P
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda manuele » gio feb 25, 2010 20:00

Li ricordo benissimo come fosse ieri e ricordo inoltre che andavano in onda nel pomeriggio...Probabilmente verso le 17:00 ma non ci metto la mano sul fuoco...Splat! e Spago Spaghetti nello specifico credo siano andati in onda nel periodo 1993/94...Le mie fonti cartacee riportano il Catalogo dei giochi MB in questione datandolo 1993 per l'appunto ma ovviamente in assenza di altre fonti anche in tal caso non ci metto la mano sul fuoco... :wink:
manuele
 
Messaggi: 5481
Iscritto il: lun set 07, 2009 19:06

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » gio feb 25, 2010 20:05

Smentisco. Le puntate che ho con Super Splat! risalgono all'inverno 1991 e c'è anche il promo dello Spago Spaghetti ("che vi offre...") mentre ho anche una versione tarocca del giocone chiamata SBLAT (con la B al posto della P) trasmesso su Junior TV nel 1993. Gioco e regole simili all'originale, ma il tutto molto più povero... :D
Ultima modifica di debussy78 il gio feb 25, 2010 20:07, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda Milko Canale 5 » gio feb 25, 2010 20:06

"La spaghettata" andò in onda nella primavera del 1991 e poi riproposto nell'autunno del 1992, mentre "Super Splat!" andò in onda solo tra novembre e dicembre del 1991.
Il 16 novembre (giorno del mio compleanno) ricevetti proprio quel gioco, e proprio quel gioco era ancora in onda all'interno di "Bim Bum Bam".
Ultima modifica di Milko Canale 5 il gio feb 25, 2010 20:10, modificato 1 volta in totale.
Milko Canale 5
 
Messaggi: 1629
Iscritto il: dom lug 29, 2007 20:26

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » gio feb 25, 2010 20:09

Grazie Milko per questo dato preziosissimo ! :-llll) Ora posso limitare le datazioni delle VHS con Super Spalt! a novembre / dicembre 1991 invece che al più generico inverno '91 :-thmbsp)
Ultima modifica di debussy78 il gio feb 25, 2010 20:33, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda manuele » gio feb 25, 2010 20:11

Capisco...infatti come ho già scritto non ne ero sicuro al 100% e la vostra segnalazione ne è la conferma...Probabilmente le varie messe in onda dei giochi all'interno di "Bim Bum Bam" hanno reso i Giochi stessi Molto Famosi al punto tale da venire incluso nei vari Giornalini dell'epoca l'intero Catalogo...Grazie comunque per le preziose delucidazioni... :D

Milko Canale 5 ha scritto:Super Splat!" andò in onda solo tra novembre e dicembre del 1991.


Confermo...infatti mi feci regalare il Gioco da Tavolo proprio in occasione delle festività Natalizie.... :wink:
manuele
 
Messaggi: 5481
Iscritto il: lun set 07, 2009 19:06

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda Milko Canale 5 » sab feb 27, 2010 23:03

Riporto dal sito http://www.animamia.net la storia del programma per bambini di Italia 1, Canale 5 poi, e poi di nuovo Italia 1.

1982/83. "Bim Bum Bam" è partito il 4 luglio 1982 su Italia 1 (ancora di Rusconi). Andava in onda dal lunedì al sabato alle ore 16.30. I conduttori di allora erano Sandro Fedele (oggi cura i dialoghi italiani di telefilm e film tv), Marina Morra (napoletana, interpreterà qualche film con Nino D'Angelo, poi sparirà) e Paolo Bonolis (anche autore dei testi, che aveva appena lavorato per Rete 1 (ora Raiuno) in una trasmissione per ragazzi intitolata "3, 2, 1... contatto!", sostituita da quest'anno con "Direttissima con la tua antenna"). Fu una delle prime trasmissioni (assieme a "Jo-Jo" della tv locale piemontese Telereporter) ad alternare momenti in studio (varie rubriche di musica, natura, ecc.) a cartoni animati. I tre conduttori indossavano delle tute grigie con mini scritte colorate sul petto (a mo' di scudetto). Sandro aveva Bim (scritta in blu), Marina Bum (scritta in rosa) e Paolo Bam (scritta in giallo). Il video della sigla, solo strumentale nei primi anni, era a cartoni animati, animato discretamente e rappresentava un'astronave (si immaginava che l'interno dello studio fosse un'astronave). Tra i cartoni in prima visione di quell'anno: "Sport Billy", "Hello Spank", "Arrivano i superboys", "Il dottor Dolittle", "Ruy, il piccolo Cid", "Il piccolo principe", "Chobin il principe stellare", ma soprattutto "I Puffi", lanciati in Italia proprio in questa stagione.

1983/84. Fininvest ha rilevato Italia 1, ha cambiato per due terzi il cast. E' rimasto Bonolis, affiancato da Licia Colò (ex annunciatrice di Italia 1) e dal pupazzo Uan (n.b. si scrive U-A-N come si pronuncia, non è stato scritto O_N_E nei titoli di testa e coda per facilitare la pronuncia ai bambini e questo nome è stato dato perchè corrispondeva alla traduzione inglese della cifra contenuta nel nome dell'emittente in cui andava in onda il programma e cioè Italia 1), un cane barbone dal pelo rosa, il naso rosso da clown ed un ciuffo viola mai fermo, animato dal "Gruppo 80" e doppiato da Giancarlo Muratori (fino al 1995, quando è stato sostituito da Pietro Ubaldi), oggi purtroppo scomparso. Il pupazzo era un mezzobusto, che apriva e chiudeva la bocca come un muppet, articolava le dita delle mani ed era grande quasi come un bambino. Da quest'anno sono sparite le rubriche, i momenti in studio sono diventati una specie di sitcom, con i conduttori protagonisti di storie che iniziavano e finivano in un giorno. La prima puntata, in onda il 12 settembre 1983 alle ore 16.00, si apriva con Bonolis in smoking che presentava alla maniera dei varietà la sua nuova partner, Licia, la quale entrava in studio avvolta in una nuvola di fumo. Sempre quel giorno, faceva capolino la prima di una ventennale serie di telepromozioni, che caratterizzeranno da quel momento la trasmissione (lo sponsor, per la cronaca, era Sperlari). Grande annata di cartoni: "Mimì e la nazionale di pallavolo", "Il tulipano nero", "Carletto principe dei mostri", "I fantastici viaggi di Fiorellino", "Tyltyl, Mytyl e l'uccellino azzurro". Per la prima e unica volta nella storia della trasmissione, compariva anche un telefilm, "L'uomo di Atlantide".

1984/85. Al timone, il trio dell'anno precedente. Alla fine dell'anno, però, la Colò lascerà per andare a condurre "Buona domenica" con Costanzo, su Canale 5. Giancarlo Muratori donava la voce (fuori campo) ai personaggi della Signora Regia (accento napoletano) e del cattivissimo produttore Brandolin. Pochi ricordano che nella primavera 1985 Bonolis e Uan presentarono uno spin-off della trasmissione, "I Cartonissimi", in onda alle otto di sera, in cui si raccontava in mezz'ora la vicenda di un cartone animato. Serie in prima visione: "L'incantevole Creamy", "Lo specchio magico", "C'era una volta Pollon", "Nanà supergirl", "Lady Georgie", "Bun Bun", "Lucy May", "Sui monti con Annette" (ma quanti cartoni femminili!).

1985/86. Cambio della guardia: la nuova ragazza è Manuela Blanchard (vero cognome Beillard). Molte gag nascevano sul fatto che avesse dei bei dentoni da tricheco (lei in ogni caso si rifaceva prendendo in giro Bonolis per il suo nasone). Uan, divenuto ormai un'istituzione, indossava una maglia gialla "012 Benetton". Pensate, aveva lo sponsor sulla maglia come i calciatori! Quando, a settembre, è iniziata la nuova edizione, veniva utilizzato lo studio dei "Cartonissimi". Per permettere l'allestimento della nuova scenografia, si supponeva che i tre fossero stati spediti da Brandolin per un mese a lavare i piatti. Alla fine dell'anno, la trasmissione ha ricevuto il Telegatto come miglior programma per ragazzi. Lo vincerà ancora altre due volte. Il primo sponsor della stagione è stato quello dei pennarelli Uni Posca (produzione Mitsubishi Pencil, distribuiti da Osama Milano in Italia), durante il quale si sentivano i conduttori ripetere "a pappagallo" le frasi dello spot (Uni Posca sempre in tasca, Uni Posca punto e basta e Uni Posca va su tutto), mentre il Gruppo 80 aveva creato per l'occasione tre doppioni di Uan, il cui pelo però non era rosa, bensì azzurro per il primo, giallo per il secondo e verde per il terzo. Al termine del messaggio promozionale, l'inquadratura si allontanava da Bonolis, dalla Blanchard e da Uan (l'originale dal pelo rosa) e vicino allo schermo si vedevano sbucare queste tre copie di Uan colorate, che recitavano in coro la frase: "Gli Uni Posca sono pennarelli colorati come noi" .
Ricordiamo in questa stagione l'angolo della posta con la sua sigla, durante la quale Uan gridava al telefono "Ma insomma, quando arriva questa postaaa!!" e la regia gli buttava dall'alto un pacco postale in testa, mentre Paolo, del quale si vedeva solo la mano, gli timbrava l'indirizzo di allora sul muso (in realtà era scritto in sovrimpressione).
Pessima annata per i cartoni: di buono si poteva trovare solo "Il giro del mondo di Willy Fog" (cartone mitico, co-produzione B.R.B. INTERNATIONAL S.A. e NIPPON ANIMATION), "Mila e Shiro: due cuori nella pallavolo" e poco altro. Ma il 19 luglio, in mezzo alle solite repliche estive, è stato mandato in onda un cartone che poi diventerà mito: "Holly e Benji, due fuoriclasse". Ricordiamo che in questa stagione, il programma poteva contenere come "fuori programma" i cartoni animati di Braccio di Ferro (quelli con la stella bianca su sfondo blu nella sigla, da dove usciva lui, che faceva i due fischi con la pipa e che si concludevano con la piuma bianca che scriveva "The End" sullo stesso sfondo)

1986/87. Nascono le sigle girate a Gardaland e le gag continuate, che si prolungavano per molte puntate, tra cui la serie "Uanathan, dimensione avventura" (parodia del programma di Italia 1 "Jonathan, dimensione avventura" condotto dal compianto Ambrogio Fogar), le rubriche di cucina, dove si simulavano parecchi disastri con i cibi, (ricordiamo Uan, specialista nel curare l'insalata e Bonolis, che una volta ha rotto una pila di piatti come nello spot del detersivo Nelsen Piatti) e le scenette girate in esterni, ma quelle animate più spesso erano le seguenti: i conduttori venivano ripresi all'interno dello studio (una ex cantina liberata dalle scope) tra un cartone e l'altro e si vedevano spesso chiacchierare, litigare (ricorrendo a volte anche alle martellate in testa con un martellone di gommapiuma e una domenica del 1986 Paolo ha rotto un quadro in testa a Manuela perchè gli ha fatto un pessimo ritratto, mentre nel 1987 il solito Paolo ha legato Manuela e Uan come due salami e stava per dare loro una martellata in testa se Brandolin non gli avesse detto di fermarsi) oppure c'era anche "il pessimo Pìolo" (nomignolo usato da Uan per Bonolis in quegli anni) che interrogava Uan nelle materie in cui doveva prepararsi quando doveva andare a scuola e lui (che era piuttosto monello e pasticcione) dava di quelle risposte stravaganti, (Ricordiamo tra queste "i 7 re di Roma sono: Romolo, Brontolo, Cucciolo, Pisolo, Mammolo, Eolo e Brufolo" oppure "la Serpentina è la femmina del serpente", le parole italiane dette in modo strampalato quali "fantasIma, amiCHi, intelligIente, i DITI della mano, la nonNa di Beethoven, la esse dolce di vaso al posto della zeta come nel dialetto triveneto e i verbi coniugati in maniera "fantozziana", quali PROMESSUTO oppure ancora lo scrivere per esteso "virgola" durante i dettati anzichè riprodurre tale segno), che facevano ridere gli spettatori ma facevano inquietare Paolo Bonolis, che a titolo di correzione mollava qualche scapaccione a Uan e gli tirava le sue lunghe orecchie, mentre lui si difendeva morsicandolo (e certo, era un cane!), lasciando come ematoma una puntina sul braccio di Bonolis, ma sapevano anche andare d'accordo e aiutarsi a vicenda. Va ricordato che a Uan piacevano i cremini (per questo i bambini gli spedivano tante lettere con frasi quali "non mangiarne troppi, che poi ingrassi"), parlava spesso di una barboncina francese di cui era innamorato e si rivolgeva ai suoi piccoli spettatori chiamandoli "Uanini e/o Uanine".
Nello stesso anno, ricordiamo la scenetta con Bonolis e la Blanchard che rincorrevano Uan per fargli un vaccino antirabbica con una mega siringa e quando Uan, stanco di essere picchiato da Bonolis, era scappato dagli studi di Milano, si faceva registrare dal suo nascondiglio e ogni giorno mandava una videocassetta con lui registrato che insultava i conduttori ("Voi PESSIMI state cercando di scoprire il mio nascondiglio, ma non ci riuscirete mai") e la prima volta si è addirittura soffiato il naso su di un vestitino di seta di Manuela Blanchard, che poi si è disperata tantissimo e Paolo Bonolis ha dovuto "fargli coccolino" (come diceva lei, ma non c'azzeccava un ciufolo con l'ammorbidente della Lever Fabergè) per tutta la trasmissione e poi Uan è stato scoperto a casa della barboncina francese.
Verso la fine dell'anno, Manuela si era travestita da dottoressa con cappellino da infermiera e bacchetta, in modo da mettere a dieta Uan e Paolo, che stavano iniziando a mangiare troppi dolciumi.
Alle edizioni pomeridiane se n'era aggiunta una, sempre di due ore, la domenica mattina. Tra i cartoni: "Il grande sogno di Maya", "Lovely Sara", "Alice nel paese delle meraviglie", "Vola mio mini pony" "Juny peperina inventatutto", "Sandy dai mille colori" e "David Gnomo Amico mio". Nel Natale 1986, invece, trovavamo "Alla scoperta di Babbo Natale" e la trasmissione andava in onda anche la domenica pomeriggio. Alle 20.00, invece, e precisamente ogni lunedì, mercoledì e venerdì andavano in onda in uno spazio anonimo le fiction con Cristina D'Avena che interpretava Licia (Love me Licia dal 3 ottobre 1986 e Licia dolce Licia dal 23 marzo 1987).

1987/88. E' cambiato lo studio, che era divenuto molto più spazioso: la scenografia rosa con il reticolo viola e quella azzurra usata specialmente durante l'angolo della posta sono state sostituite da una parete tutta bianca a quadretti come fosse un quaderno, con le scritte "bim bum bam" evidenziate su spazi colorati a mo' di scarabocchio e il bancone lungo e largo simile al muro di Berlino, da dove saltava fuori ogni cosa da dietro, è stato sostituito da uno meno ingombrante e questa è stata l'unica novità di rilievo della stagione, per il resto era pura routine, tranne per il finto viaggio al Polo Nord nel Natale 1987, (dove il trio ha incontrato Babbo Natale, che si trasformava in un pollo) la scenetta di "Uantastico" nel febbraio 1988 e nello stesso periodo ricordiamo l'infiltramento di Pasqui (come lo chiameranno poi Uan e Manuela), un tizio travestito da gorilla, che faceva strani versi e dispetti a Paolo Bonolis (gli slinguazzava addirittura le brioches), ma che si toglierà finalmente la maschera a fine carnevale.
Trionfo delle serie per i più piccoli: "Maple Town: un nido di simpatia", "Piccola bianca Sibert", (in onda sempre nella famosa fascia anonima delle 20.00, ex cartonissimi) e all'interno della trasmissione trovavamo "Tutti in campo con Lotti", "Denny" e nell'estate dello stesso anno (per l'esattezza dal 24 maggio), alle 20.00, andava in onda "Principessa dai capelli blu" (ogni martedì, giovedì e sabato), mentre nei giorni opposti trovavamo le fiction di Cristina D'Avena "Teneramente Licia" (dal 28 settembre 1987), sospesa provvisoriamente per lasciare spazio a "Hilary" (dal 18 gennaio 1988) e al termine di questa serie, dal 29 febbraio 1988 il telefilm è ritornato con nuovi episodi ed un nuovo titolo "Balliamo e cantiamo con Licia". Esaurite tutte le puntate del telefilm, si poteva trovare al suo posto il cartone animato "Una per tutte, tutte per una", vale a dire la nuova serie di "Piccole Donne".

1988/89. Per tutta la stagione precedente, molti bambini hanno chiesto a Uan per mezzo delle letterine di mostrargli le gambe e/o i piedi (mai mostrate/i perchè era sempre dietro al bancone e Bonolis diceva che si vergognava a mostrarle perchè erano troppo pelose per un essere basso della sua età, mentre in realtà non ce le aveva) e così, in questa nuova stagione, si è riusciti a vederle nella sigla di testa per mezzo di un fotomontaggio e molti bambini (e bambine) si sono tolti questa soddisfazione.
Le storie erano sempre piacevoli (spec. quando il trio è stato chiuso in cantina da Brandolin per punizione), ma la trasmissione aveva perso pubblico, anche per via della concorrenza ("Big!" su Raiuno, la cui edizione 1988/89 prese il via lunedì 7 novembre). Per i cartoni, ormai la trasmissione era diventata un magazzino di repliche: tra le novità trovavamo "Palla al centro per Rudy", "Prendi il mondo e vai" e "E' quasi magia Johnny", tuttavia, nel marzo 1989, i conduttori animeranno una nuova scenetta intitolata "La teleUanela (gioco di parole tra Uan e telenovela) Manola", che aveva come protagonista Manuela Blanchard nei panni di Manola Pontes; sempre all'interno di questa scenetta trovavamo un finto messaggio promozionale della celebre "Caciotta Fetecchia" e Brandolin, che era divenuto furioso come una bestia, aveva inizato a ruggire quando si incavolava con Bonolis (ricordiamo le frasi PONO'LISE!!! [storpiatura di Bonolis] GRRR!!! BRANDOLIN CHE PARLA!!!, LEI E' UNA BESTIA!! e altre simili). Questa novità è stata annunciata con sufficiente anticipo per mezzo di uno spot, durante il quale si vedeva Uan travestito da annunciatrice (a dire il vero aveva solo una parrucca bionda in testa, un finto rossetto e un paio d'occhiali a specchio, quindi era perfettamente riconoscibile) che annunciava la "teleUanela" all'interno della stessa stanza d'annunciatrici falsa utilizzata nella presigla di "Emilio", ma il pupazzo fingeva di sbagliare, dicendo erroneamente che il programma sarebbe andato in onda tra poco e allora Brandolin interveniva con il suo solito ruggito.

1989/90. L'epoca d'oro stava per finire. E' stato l'ultimo anno di Paolo Bonolis, che andrà l'anno successivo a condurre, senza troppa fortuna, "Doppio slalom" su Canale 5 (i successi arriveranno qualche anno più tardi). Per sostituirlo, Italia 1 ha ingaggiato un team di conduttori (Carlo Sacchetti, Debora Magnaghi, Carlotta Pisoni Brambilla) e in aggiunta a Uan s'inventerà il pupazzo Ambrogio (con la voce di Daniele Demma), un cane chow chow molto simpatico, ma che interpretava un personaggio meno ingenuo, meno birbantello e meno tontolone rispetto al suo predecessore Uan, quindi per niente adatto a far da spalla a Bonolis, che continuerà ad entrare in scena con lo storico pupazzo e con Carlotta Pisoni Brambilla (la Blanchard è rimasta assente fino a Pasqua del 1990 e quando rientrerà la si vedrà fare soltanto le interviste ai bambini), mentre il nuovo pupazzo entrava in scena con Carlo Sacchetti e Deborah Magnaghi (trasferita da "Ciao Ciao" a "Bim Bum Bam"). Fra le scenette di quest'anno, ricordiamo quella in cui Uan si è travestito da "Dottoressa Uanesca", con una parrucca bionda in testa, che con lo storico martellone di gommapiuma ha costretto Bonolis a confessare dove aveva nascosto i cremini. Nell'estate del 1990, è avvenuto il solito trasmettere solo le sigle di testa e di coda della trasmissione e i vari cartoni (ricordiamo tra questi "Un mondo di magia", primo remake de "Lo specchio magico"), ma non veniva inquadrato lo studio, vista la provvisoria assenza dei conduttori, che sarebbero ritornati il 24 settembre 1990. Superata questa data, il cast era lo stesso dell'anno prima, meno per Roberto Ceriotti al posto di Paolo Bonolis e con in più Marco Bellavia (ex Steve nelle fiction con la D'Avena), affiancato dal piccolo Alessandro Gobbi durante i messaggi promozionali. Questi ultimi presentavano una formula del tutto nuova: si vedevano infatti riproduzioni in formato gigante dei giochi in scatola reclamizzati (Il Sapientone per "Sapientino" della Clementoni e Mega Hotel per "Hotel" della MB giochi) ai quali vi partecipavano squadre di bambini. La Blanchard e Uan sono rimasti nel cast. La trasmissione emigrerà su Canale 5 il 7 gennaio 1991, poi tornerà su Italia 1 il 31 marzo 1997, andando avanti più o meno con la stessa formula fino al 1998/99. Poi, in studio, verranno realizzate solo le telepromozioni con i pupazzi Uan e Ambrogio, Marco Bellavia e la new entry Giulia Franzoso.
Ultima modifica di Milko Canale 5 il dom lug 29, 2012 15:06, modificato 10 volte in totale.
Milko Canale 5
 
Messaggi: 1629
Iscritto il: dom lug 29, 2007 20:26

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » sab feb 27, 2010 23:18

Ricordo bene questo bell'articolo :roll: . E ricordo che la prima volta lo lessi dal telefono cellulare ( = decine e decine di pagine da leggere) perchè non avevo ancora il PC ( :-pcch( ) :D
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » dom feb 28, 2010 22:29

Ecco, amici ventenni e non, finalmente ce l'ho fatta, tutto per voi :



Ho scelto questo video perchè l'unico praticamente perfetto e rispetta i 10 minuti massimi concessi da Youtube. Buone visioni e ricordi :wink:

P.S.: ricordo che la musica della sigla - interpretata dal Coro dei Piccoli Cantori di Milano diretti da Laura Marcora - è di Enrico Francesco "Chicco" Santulli :)
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda Milko Canale 5 » dom feb 28, 2010 22:55

Non lo vedevo da un sacco di tempo!
Pensavo che la sigla di "Super Splat!" così anche di altri giochi di "Bim Bum Bam" fosse di Enzo Draghi che all'epoca era anche l'autore della musica della sigla di "Bim Bum Bam" (che in quel periodo era quella dal titolo "Quando è in onda Bim Bum Bam") visto che era una cosa tutta in famiglia.

E come diceva la pulce dello spot del gioco in scatola in questione: "Che gioco questo Splat! Io lo odio!".
Ultima modifica di Milko Canale 5 il dom feb 28, 2010 23:45, modificato 5 volte in totale.
Milko Canale 5
 
Messaggi: 1629
Iscritto il: dom lug 29, 2007 20:26

Re: Bim Bum Bam (quello Fininvest/Mediaset) compie 25 anni

Messaggioda debussy78 » dom feb 28, 2010 23:06

eheh e invece no, come confermato anche dall'archivio Opere Musicali Siae (salvo errori, non sarebbe la prima volta). Dello stesso autore risulta anche Il Domandone.
Avatar utente
debussy78
 
Messaggi: 10692
Iscritto il: gio lug 03, 2008 0:00
Località: l'Universo

PrecedenteProssimo

Torna a Programmi TV

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti